30 2/28/2023 9:38 PM
Oltrepo
Ciao Oltrepo, ricordo molti dei tuoi vecchi post su Amando dove esprimevi sconforto e rassegnazione riguardo alla tua esistenza e al tuo futuro. Mi dispiace veramente molto per la tua situazione, ma se vuoi almeno provare ad uscirne devi convenire con me che serva davvero un'autentica rivoluzione. Io fino a 6-7 anni fa ero convinto che sarei arrivato a una situazione non molto migliore della tua: anch'io da adolescente ho subito un bullismo stile mobbing (esclusione, prese in giro) dalle medie fino alla quarta superiore... i ragazzi mi vedevano come un povero sfigato e con le ragazze è stato un disastro. In classe nessuno prendeva mai le mie difese e quando provavo a farmi valere si coalizzavano tutti contro di me. Tra i 15 e i 16 anni sono caduto in una sorta di depressione e sono andato da uno psicologo per quasi 1 anno... dopo queste sedute ho imparato a dare meno peso ai giudizi degli altri, ma ho sviluppato una sorta di fobia sociale verso i miei coetanei e mi sono isolato per ben 2 anni senza uscire con nessuno. I miei genitori al contrario dei tuoi però mi sono stati molto vicini e mi hanno dato tanti consigli per uscire da questa situazione, e a 17 anni ho iniziato a uscire con dei miei vecchi amici di infanzia con cui ero rimasto in buoni rapporti. Facevo sempre fatica a socializzare e a provarci con le ragazze, poichè ero senza esperienza e tutti a quell'età avevano già fatto qualcosa con le persone dell'altro sesso. A 19 anni dopo aver iniziato l'università, attraverso la fusione della mia compagnia con un altra ho incontrato la mia prima ragazza. Ovviamente non era la ragazza che desideravo, poichè aveva un brutto carattere e alle spalle una famiglia molto strana... le sue amiche e gli amici della sua compagnia ci ridevano alle spalle dato che eravamo considerati 2 sfigati, e questa situazione mi ha fatto male. Però per iniziare a fare qualche esperienza mi sono accontentato. A causa della mia paura di rimanere solo siamo rimasti insieme 3 anni, nei quali ho fatto le mie esperienze sessuali e mi sono tolto l'etichetta di quello che non aveva mai avuto una ragazza. Una volta stancatomi di lei, della sua famiglia che non mi voleva e dei suoi pessimi amici, a fine 2019 ho deciso di lasciarla, di troncare con tutte le mie amicizie del passato e di provare ad andare verso obiettivi più grandi. Da fine 2019 ad Aprile 2021 ho avuto qualche breve esperienza con altre ragazze che dopo 1-2 mesi mi hanno scaricato, e a Maggio 2021 ho conosciuto la mia attuale ragazza. Lei è per me un angelo caduto dal cielo... la ragazza che ho sempre desiderato di avere.... mi chiedevo come una ragazza così carina avesse potuto innamorarsi di uno che era sempre stato ritenuto uno sfigato, ma a questo ho trovato una risposta: avevo smesso di piangermi sempre addosso e avevo iniziato a credere in me stesso. Insieme facciamo tante cose, progettiamo il nostro futuro e a Dicembre sono riuscito a laurearmi con il massimo dei voti. A 25 anni e mezzo posso dire di essere cresciuto veramente tanto e sono pronto ad affrontare le sfide che il futuro mi riserverà.

Passiamo ora alla tua situazione.... sicuramente sarà più difficile della mia dato che hai 23 anni in più, ma davanti hai 2 alternative:
- Passare i prossimi 30-40 anni da solo a lamentarti (anche molti meno se la depressione prenderà il sopravvento)
- Buttarti e provare a migliorare la tua situazione: comincia a trovarti un nuovo lavoro o a fare un ricorso al sindacato contro il tuo licenziamento, dopo questo fai le dovute ristrutturazioni alla tua casa, e infine per trovare una donna ti consiglierei di iscriverti ad un'agenzia matrimoniale. Magari non andrà nel migliori dei modi, ma almeno ci avrai provato e sarai in pace con te stesso.. vuoi passare il resto della tua vita senza sperimentare l'amore e le sue bellezze? Se non vuoi fare questa fine fregatene, buttati anche a costo di provare vergogna e sentirti inappropriato (magari su alcune cose glissa). Ricorda: la sconfitta non è il peggiore dei fallimenti.... non averci provato è il vero fallimento. Chiaramente a 49 anni sarà un po' come scalare l'Everest... difficile ma non assolutamente impossibile. Ti faccio i migliori auguri per tutto e le condoglianze per la perdita di tua madre.
PS: se mia madre avesse fatto le scene che faceva la tua (addirittura imporsi per rifare la casa) penso che sarei ricorso a una bella siringa di valium... ahahaha scherzo. Forza e trasforma in positivo la rabbia e la tristezza che hai accumulato.
[Edited by Doctor Sleep 2/28/2023 10:33 PM]